Da cosa è composto il Prezzo dell'Energia?

Il prezzo fisso si riferisce alla materia prima gas e rappresenta circa la metà della spesa complessiva (IVA e imposte escluse) per una famiglia che consuma mediamente 1.200 Smc all’anno.
Questo prezzo non comprende le altre componenti tariffarie che vengono definite dall’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI)

I prezzi relativi al trasporto del gas naturale e alla gestione del contatore sono applicati dall’impresa distributrice locale in base a tariffe definite dall’Autorità.

Come viene attivata la Fornitura?

L’attivazione della fornitura rispetterà i termini per il recesso previsti dal contratto con il precedente fornitore e avverrà normalmente entro 60 giorni dall’adesione al contratto. L’attivazione è comunque soggetta a verifiche sull’affidabilità creditizia e sullo stato di morosità del Cliente, nonché all’attivazione dei servizi di trasporto e di distribuzione. FiorEnergy comunicherà al Cliente eventuali ritardi o l’impossibilità dell’attivazione della fornitura.

Come Pagare la Bolletta?

La Bolletta di FiorEnergy può essere pagata:

  • con domiciliazione sul tuo conto corrente
  • con bollettino postale che troverai allegato alla bolletta
  • tramite servizio di Internet Banking (bonifico bancario, bollettino online ecc.)

Il metodo più comodo e vantaggioso per pagare la bolletta è la domiciliazione dell’utenza. Per attivarla basta rivolgersi al Servizio Clienti di FiorEnergy per la sottoscrizione dell’apposito modulo scaricabile qui. Il modulo dovrà essere compilato, firmato anche dal tuo istituto di credito e consegnato direttamente allo sportello all’indirizzo Via Castion, 70 a Rossano Veneto (VI) o inoltrato via e-mail all’indirizzo gasluce@fiorenergy.it.

L’operazione sarà andata a buon fine quando, sulla bolletta, troverai scritto che l’addebito sarà effettuato sul tuo conto corrente il giorno della scadenza; da quel momento, in allegato alle bollette, non riceverai più il bollettino da utilizzare per il pagamento in posta. Il pagamento verrà eseguito in automatico dal tuo istituto bancario o postale e non dovrai più preoccuparti delle scadenze delle bollette.

Come vengono Fatturati i Consumi?

Le fatture saranno riferite a due mesi di consumo ed emesse con un intervallo minimo di un mese.
La fatturazione avverrà sulla base delle misure rilevate dal Distributore territorialmente competente; il Cliente potrà anche provvedere all’autolettura del proprio contatore, secondo modalità e tempi descritti in fattura.
L’autolettura sarà considerata come lettura effettiva ai fini della fatturazione tranne in caso di discordanza rispetto ai consumi storici e/o ai dati del Distributore. In mancanza della lettura del Distributore e dell’autolettura, verranno stimati i consumi sulla base delle informazioni a disposizione di FiorEnergy.

Quando Pagare la Bolletta?

La bolletta deve essere pagata entro la data di scadenza riportata in prima pagina.

Se il pagamento viene effettuato successivamente alla scadenza verrà applicata un’indennità di mora pari al tasso di interesse legale per i primi 10 giorni e al tasso ufficiale di riferimento (T.U.R.) aumentato di 3 punti e mezzo per i giorni successivi. In caso di mancato pagamento il cliente sarà informato con sollecito scritto.

In caso di inadempienza la fornitura potrà essere interrotta. Per riattivarla, oltre al costo dell’insoluto, sarà necessario pagare l’importo addebitato dal Distributore per eseguire l’intervento.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni puoi scriverci all’indirizzo e-mail gasluce@fiorenergy.it.

Cosa succede in caso di Mancato Pagamento di una Bolletta?

Viene inviato un primo sollecito a mezzo posta ordinaria, cui fa seguito un secondo sollecito e una diffida legale a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno (come previsto da Delibera AEEG n. 229/01 art. 8.3 e succ. mod.).

Trascorso il termine di tempo utile al pagamento in essa stabilito, il servizio è sospeso. Tale sospensione consiste nella cessazione e/o rimozione del misuratore; nei casi in cui questo non sia tecnicamente possibile, si procede all’interruzione dell’impianto esterno di fornitura gas.

È possibile ricevere la Bolletta via E-mail anziché per posta?

Puoi decidere di ricevere la bolletta direttamente via e-mail fornendo il tuo indirizzo al momento della stipula del contratto o comunque puoi fare richiesta in ogni momento presso il nostro Servizio Clienti oppure tramite e-mail all’indirizzo gasluce@fiorenergy.it.

L’invio della bolletta via e-mail ti permette di riceverla puntualmente e di risparmiare perché, con l’invio della bolletta in formato elettronico, non ti verranno addebitate le spese di spedizione.

Come posso effettuare la Domiciliazione della Fattura?

Per pagare comodamente le tue bollette scegli la domiciliazione sul tuo conto corrente e ti verrà addebitato l’importo il giorno esatto della scadenza.
Attivare la domiciliazione è molto semplice:

  • contatta il nostro Servizio Clienti al numero 0424 540600 (interno 0)
  • recati nei nostri uffici in Via Castion, 70 a Rossano Veneto (VI) per la compilazione del modulo apposito

Dovrai solo indicare i tuoi dati anagrafici e bancari e far autorizzare, presso il tuo istituto di credito, l’addebito dell’utenza rifornita da FiorEnergy.

Come posso segnalare il Pagamento di una Fattura scaduta?

Se effettui il pagamento di una fattura scaduta, ti consigliamo di inviarci la copia della ricevuta di pagamento utilizzando i seguenti recapiti:

Nel caso di fattura scaduta per la quale sia pervenuto il sollecito di pagamento, è necessario attenersi a quanto indicato nella comunicazione di sollecito. È possibile comunque contattarci per ulteriori informazioni al numero 0424 540600 oppure via e-mail all’indirizzo gasluce@fiorenergy.it.

Quali Categorie possono usufruire delle agevolazioni Fiscali?

Riduzione dell’accisa e dell’addizionale regionale
L’agevolazione consiste nell’applicazione di aliquote ridotte, dell’accisa e dell’addizionale regionale, rispetto a quelle ordinarie.

Possono fruire delle agevolazioni i seguenti utilizzi:

  • nelle attività artigianali, industriali, agricole;
  • nelle attività alberghiere e di ristorazione;
  • negli impianti sportivi adibiti esclusivamente ad attività dilettantistiche e gestiti senza fine di lucro;
  • attività ricettive svolte da istituzioni, con o senza fine di lucro, finalizzate all’assistenza dei disabili, degli orfani, degli anziani e degli indigenti;
  • nelle case di cura organizzate e qualificabili come imprese industriali (vedi Codice Civile artt.2082 e segg.);
  • nei poliambulatori privati di fisioterapia;
  • nel settore della distribuzione commerciale (ad esempio: commercio all’ingrosso, al dettaglio, supermercato…);
  • impiegato nel teleriscaldamento alimentato da impianto di cogenerazione;
  • impiegato negli usi di cantiere ed operazioni di campo per la coltivazione di idrocarburi;
  • utilizzato per la produzione, diretta o indiretta, di energia elettrica con impianti obbligati alla denuncia prevista dalle disposizioni che disciplinano l’imposta di consumo sull’energia elettrica.

I documenti da presentare, a corredo della richiesta, sono:

  • Copia del Certificato camerale C.C.I.A.A. o Visura camerale;
  • Copia della Licenza (solo per i pubblici esercizi);
  • Copia dello Statuto (solo per gli impianti sportivi e le attività d’assistenza).

Agevolazione I.V.A.
Possono fruire dell’applicazione dell’aliquota I.V.A. ridotta le seguenti attività:

  • le imprese estrattive;
  • le imprese agricole;
  • le imprese manifatturiere comprese le imprese poligrafiche, editoriali e simili;
  • gas impiegato per la produzione di energia elettrica.

Nel modulo di richiesta dell’agevolazione accisa/addizionale regionale o dell’I.V.A. va indicato il codice attività e allegata copia del Certificato camerale C.C.I.A.A (o della Licenza o dello Statuto in base all’attività svolta).

La modulistica necessaria per richiedere l’applicazione delle agevolazioni previste è disponibile presso i nostri uffici in Via Castion, 70 a Rossano Veneto (VI) oppure scaricabile qui.

Per qualsiasi tipo di informazione o chiarimento è possibile contattare il nostro Servizio Clienti al numero 0424 540600 (interno 0) o inviando una e-mail all’indirizzo gasluce@fiorenergy.it.

Cos'è il Coefficiente C?

Nei contatori di nuova generazione, è integrata un’apposita apparecchiatura -“correttore di misura” o “convertitore di volumi”- che consente di convertire il volume di gas misurato dal contatore alle condizioni di esercizio (mc “fisici”) in un volume alle condizioni di pressione e temperatura standard (Smc).

Per i clienti sprovvisti di convertitore, solitamente i clienti domestici, per misurare il volume del gas con precisione in metri cubi standard, l’AEEGSI (delibere ARG/gas 159/08 e ARG/gas 64/09) ha definito l’applicazione di un coefficiente, il Coefficiente C.

La conversione con il coefficiente di conversione (C) è necessaria per far sì che tutti i clienti paghino solo per l’effettivo contenuto di energia del gas, un valore che dipende dalla pressione e dalla temperatura di consegna che variano a seconda che si tratti di una località di mare o di montagna.

Il coefficiente C è quindi il coefficiente che converte il consumo misurato dal contatore, espresso in metri cubi, nell’unità di misura utilizzata per la fatturazione, cioè gli standard metri cubi. La competenza a determinare il valore del coefficiente C, per ogni punto di riconsegna, è della società di distribuzione.

Esempio di calcolo del consumo fatturato:

Consumo misurato (differenza tra le letture del contatore): 1.000 mc
Coefficiente C: 1,002000
Consumo espresso in standard metri cubi: 1.000 x 1,002000 = 1.002 smc

Bonus Sociale Gas

Dal 15 dicembre 2009 è attivo il cosiddetto “Bonus sociale gas“: il regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di gas naturale.

Tale compensazione, sotto forma di sconto applicato nella bolletta per la fornitura di gas naturale, è uno strumento introdotto dal decreto legge 185/08, convertito con la Legge 2/2009, che ha l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per il gas.

Potranno accedere al bonus sociale tutti i clienti domestici, intestatari di una fornitura di gas naturale nel luogo di residenza con misuratore di classe non superiore a G6 e che abbiano un ISEE inferiore o uguale 7.500 euro. Per i nuclei familiari con almeno 4 figli a carico la soglia ISEE è innalzata a 20.000 euro.

La compensazione è riconosciuta anche ai clienti domestici che utilizzano impianti condominiali alimentati a gas naturale. In tal caso, se non si ha un contratto diretto con un venditore di gas, il bonus potrà essere ritirato presso gli sportelli delle Poste Italiane (erogazione tramite bonifico domiciliato).

L’ammontare della compensazione della spesa è differenziato per zone climatiche, per categorie d’uso del gas naturale e parametrato al numero dei componenti del nucleo famigliare. La compensazione è valida dodici mesi rinnovabili con apposita richiesta.

Il bonus vale esclusivamente per le forniture di gas metano distribuito a rete (non per il gas in bombola o per il GPL) e va richiesto presso il tuo Comune o un altro istituto, come il CAAF.

Per maggiori informazioni si rimanda al sito dell’AEGGSI